mercoledì 1 luglio 2009

Brunetta: online stipendi dirigenti



Art. 21.


Legge 18 giugno 2009, n. 69



(Trasparenza sulle retribuzioni dei dirigenti e sui tassi di assenza e di maggiore presenza del personale)


1. Ciascuna delle pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, ha l'obbligo di pubblicare nel proprio sito internet le retribuzioni annuali, i curricula vitae, gli indirizzi di posta elettronica e i numeri telefonici ad uso professionale dei dirigenti e dei segretari comunali e provinciali nonché di rendere pubblici, con lo stesso mezzo, i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale.


2. Al comma 52-bis dell'articolo 3 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, la lettera c) è sostituita dalla seguente:


«c) obbligo, per la singola amministrazione o società che conferisca nel medesimo anno allo stesso soggetto incarichi che superino il limite massimo, di assegnare l'incarico medesimo secondo i princìpi del merito e della trasparenza, dando adeguatamente conto, nella motivazione dell'atto di conferimento, dei requisiti di professionalità e di esperienza del soggetto in relazione alla tipologia di prestazione richiesta e alla misura del compenso attribuito».
3. Il termine di cui all'alinea del comma 52-bis dell'articolo 3 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, è differito fino al sessantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della presente legge.


http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09069l.htm



Brunetta: online stipendi dirigenti

A Corte Conti compensi rappresentanti societa' partecipate


(ANSA) - ROMA, 1 LUG - Stipendi, e-mail, numeri di telefono, tassi di assenteismo negli uffici: a settembre i dirigenti della P.A. saranno messi a nudo online. Il ministro della P.A. Renato Brunetta ha annunciato che tra qualche mese 'avremo tutto il panorama dei dirigenti della P.A. centrale e periferica online'. Il ministero poi inviera' alla Corte dei Conti, affinche' verifichi, i dati sui compensi di tutti i rappresentanti che guidano i consorzi e le societa' 'partecipate' dalla P.A., pubblicati ieri online




Brunetta: on line stipendi e assenze dirigenti Ministero



Parte da oggi “l’operazione trasparenza” per il personale del Ministero della Funzione pubblica e delle strutture collegate. Da questa mattina sul sito del Ministero sono disponibili i dati relativi alle assenze del personale e agli stipendi dei dirigenti dei circa 1.100 dipendenti del Dicastero. “Tutti gli altri Ministeri – ha sottolineato Brunetta durante la presentazione del progetto – stanno facendo altrettanto e anche di più, e nelle prossime settimane ci saranno le conferenze stampa di presentazione”. (Notizia su Ansa, Apcom, Adnkronos, Il Sole 24 Ore, Quotidiano.net, Il Giornale oppure guarda dati relativi a Retribuzioni dirigenza o Tassi di assenza del Ministero)


..ancora


Il ministro Brunetta svela on line gli “stipendi d’oro”
Portoferraio Il più pagato dei dirigenti elbani è Maurizio Trifoglio: un compenso loro annuo di 141mila 555euro. Al secondo posto nella graduatoria elbana la direttrice del Parco, Franca Zanichelli, con 92mila 378euro lordi all’anno. Sono alcuni dei numeri “svelati” dall’operzione trasparenza messa del ministro Brunetta, visibili on line sui siti delle pubbliche amministrazioni.
Non tutti i Comuni sono virtuosi dal punto di vista della trasparenza. Il Ministero della funzione pubblica, infatti, imponeva agli enti locali la pubblicazione dei compensi dei dirigenti entro e non oltre la fine di luglio. Ad oggi mancano all’appello ancora le amministrazioni di Capoliveri, Rio Elba, Rio Marina e Marciana. In ciascuno dei casi – confermano i sindaci – si tratta di semplici ritardi: i dati, insieme ai curricula dei dirigenti, saranno presto messi on line. «Mi informerò immediatamente – spiega Ruggero Barbetti, sindaco di Capoliveri – e provvederemo quanto prima». «Ho chiesto spiegazioni ai nostri funzionari – precisa Anna Bulgaresi, sindaco di Marciana – provvederemo il prima possibile». Lo stesso farà il sindaco di Rio Marina, Francescop Bosi.
Intanto ecco i numeri di chi ha già provveduto a pubblicare i compensi dei dirigenti. L’Unione dei Comuni ha rispettato i tempi e ha reso noti gli stipendi di Mario Ferrari, dirigente dell’area tecnica, che costa annualmente all’ente 60mila 512 euro, e di Luigi Nobili, segretario generale e dirigente amministrativo con un compenso annuo lordo di 62mila euro. Il Comune di Portoferraio, tra i più virtuosi in materia di trasparenza, pubblica gli stipendi di Mauro Castaldi, 50mila euro per il settore affari generali e servizi sociali, Luca Donati, 40mila euro (settore gestione risorse, istruzione e sport), Silvia Fontani, 40mila euro (gestione del territorio e opere pubbliche), e Mauro Parigi, 50mila euro (programmazione territoriale, turismo e cultura). Il segretario comunale di Porto Azzurro, Francesca Barberi Frandanisa, ha uno stipendio annuo di 55mila 800euro. Quello di Campo nell’Elba, Antonella Rossi, 66mila 800, meno della collega di Marciana Marina, Rossella Forlani, che costa al Comune annualmente 86mila 500 euro.
Valentina Landucci, da “Il Tirreno”, ago. 2009



Dirigenti del Comune. Ignorato Brunetta gli stipendi non sono in rete



domenica, agosto 2, 2009


Comune di Napoli Su internet solo i gettoni dei manager delle Partecipate


Il Comune di Na­poli non ha messo on line gli stipendi dei suoi 200 dirigenti. Nonostante la circolare nume­ro 3 del ministro per la Funzio­ne pubblica, Renato Brunetta, imponesse alle pubbliche am­ministrazioni di farlo «entro fi­ne luglio», sul sito ufficiale di Palazzo San Giacomo, ancora ieri, non ce n’era traccia.


Eppure da Brunetta era stata denominata «operazione tra­sparenza »: gli stipendi e i com­pensi dei dirigenti e dei segreta­ri comunali, che lavorano per conto degli enti pubblici — si legge sul sito del ministero — devono essere messi on- line per essere consultabili sul sito internet delle relative ammini­strazioni e ciò deve «avvenire nel più breve tempo possibile e, comunque, entro il corrente mese di luglio 2009». Peraltro, l’articolo 21, comma 1, della legge numero 69 del 18 giugno 2009 («Disposizioni per lo svi­luppo economico, la semplifica­zione, la competitività nonché in materia di processo civile») che è già è entrata in vigore il 4 luglio 2009, «obbliga le ammi­nistrazioni a pubblicare sui pro­pri siti internet i curricula vi­tae, le retribuzioni, gli indirizzi di posta elettronica e i numeri telefonici ad uso professionale dei dirigenti». Ma anche gli emolumenti percepiti «a titolo di retribuzione accessoria», quindi premi di produttività e quant’altro. Le amministrazio­ni interessate dal provvedimen­to sono «tutte le amministra­zioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordi­ne e grado, le istituzioni educa­tive, eccetera». Invece, niente. Sul sito del Comune di Napoli, ancora ieri, non c’era nulla. Ci sono invece gli emolumenti dei manager delle aziende Par­tecipate, pure quelli imposti dalla legge sulla trasparenza; così come è possibile rintraccia­re gli stipendi (circa 2.800 euro mensili) per gli assessori comu­nali che fanno il tempo pieno, nonché i gettoni presenza dei Consiglieri comunali. Ma dei di­rigenti, che percepiscono spes­so più degli assessori o dei con­siglieri, non c’è nulla: né il cur­riculum, né gli stipendi né, tan­tomeno, il loro indirizzo mail, così come previsto dal mini­stro Brunetta.


Nei mesi scorsi la vicenda de­gli stipendi dei dirigenti comu­nali era stata affrontata da Ma­rio Raffa, che fino alla fine del 2008 aveva la delega al Persona­le: Raffa aveva però spiegato che il garante per la privacy non autorizzava la pubblicazio­ne di dati ritenuti «sensibili» e che quindi gli stipendi fossero sì consultabili, ma non via in­ternet ma via intranet, cioè sul­la rete interna del Comune non visibile dall’esterno.


Quindi, ad inizio luglio, è en­trata in vigore la legge voluta da Brunetta che supera i proble­mi di privacy . Ma al Comune di Napoli niente è cambiato. Il no­stro giornale è andato in stam­pa ieri sera: chissà che da sta­mani non cambi qualcosa.


(di Paolo Cuozzo da il Corriere del Mezzogiorno)




Consiglieri, consulenti ed esperti



Ai sensi dell’articolo 53, comma 14, del D.Lgs 165/2001, come meglio precisato dalla Circolare n.5 del 21 dicembre 2006 - "Linee di indirizzo in materia di affidamento di incarichi esterni e di collaborazionei coordinate e continuative", si rende noto l'elenco degli incarichi come consigliere, consulente o esperto attribuiti dal Ministro.







Dossier ''Operazione trasparenza: on line i dati dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni''


Conti pubblici, coesione sociale e imprese nel nuovo

Tuttofamogla, il nuovo servizio informativo per le famiglie


Il bilancio annuale dell'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni

In vacanza con gli amici a 4 zampe

Nessun commento: