Venerdì 12 Novembre 2010 14:59

Riceviamo e pubblichiamo

Palermo - Via libera al piano di finanziamento dei cantieri regionali di lavoro. Oltre 36mila disoccupati saranno impiegati in progetti di riqualificazione urbana dei Comuni siciliani. I cantieri sono finanziati a valere sui fondi del Fas 2007/2013, per il quale era prevista la sottoscrizione di un accordo di programma quadro con il ministero dello Sviluppo Economico. Nelle more della sottoscrizione dell'intesa, il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, d'accordo con l'assessore del Lavoro, Andrea Piraino e sul solco della strada intrapresa dal precedente assessore, Lino Leanza, ha disposto l'avvio delle procedure, anticipando con il bilancio regionale, le somme necessarie per la copertura finanziaria dei cantieri. Questo ha consentito di adottare il decreto di finanziamento per un costo totale di 190 milioni di euro. Gia' dalla prossima settimana l'amministrazione regionale firmera' i decreti di finanziamento per i Comuni, che stanno trasmettendo i progetti. Sono 1759 i cantieri finanziabili e riguardano interventi di realizzazione di opere infrastrutturali di manutenzione o di costruzione di manufatti destinati al miglioramento della fruibilita' dei servizi comunali. Per ciascun Comune il criterio adottato per l'assegnazione del numero dei cantieri e' stato definito sulla base della popolazione residente; i lavoratori sono stati individuati secondo i parametri previsti dalla commissione regionale per il Lavoro, dando priorita' ai soggetti che versano in reali condizioni di bisogno. "Con questo piano - commenta il presidente Raffaele Lombardo - si danno risposte concrete al disagio economico e sociale del territorio, innescando un circuito virtuoso, che da un lato ridurra' in un arco temporale ristretto il tasso di disoccupazione e dall'altro contribuira' significativamente al rilancio dell'economia locale. Con questa consapevolezza abbiamo scelto, seguendo un percorso avviato dal precedente assessore Lino Leanza, di anticipare le risorse regionali per fare partire i progetti, in attesa che il governo nazionale si decida a sottoscrivere il previsto APQ e sblocchi i fondi Fas". "Con questo provvedimento - afferma l'assessore al Lavoro, Andrea Piraino - si sblocca una situazione che per troppo tempo ha impedito l'avvio di questi cantieri, che saranno una importante boccata d'ossigeno per il tessuto economico e sociale delle comunita' locali".