Si torna alle urne per le elezioni amministrative in Sicilia. La giunta regionale di governo ha stabilito un turno intermedio per eleggere le amministrazioni dei comuni siciliani sciolti per mafia.
Si voterà il 16 ed il 17 novembre con ballottaggi, ove necessario, il 30 novembre.
Sono tre i comuni che potranno, dunque, andare al voto. si tratta di Misilmeri, Isola delle Femmine e Campobello di Mazara .

http://palermo.blogsicilia.it/comuni-sciolti-per-mafia-si-vota-il-16-e-17-novembre/271197/


DOMANI VERTICE DI MAGGIORANZA  VOTO A NOVEMBRE IN TRE COMUNI
Martedì 16 Settembre 2014 - 16:24 di Salvo Toscano



Al Territorio potrebbe andare un renziano di Siracusa, ma i giochi non sono ancora fatti. All'Ars conferenza dei capigruppo: slitta l'elezione del vicepresidenteComuni sciolti per mafia al voto il 16 e 17 novembre. Finanziato l'Avviso 20. Tutti i provvedimenti della giunta

PALERMO – Rosario Crocetta incontra i suoi assessori il giorno dopo l'addio di Mariarita Sgarlata. La giunta di governo si è riunita alle 14. E c'è stata l'occasione per fare il punto sulle dimissioni dell'assessore al Territorio: Crocetta ha fornito delle spiegazioni ai colleghi superstiti sulla vicenda della piscina partecipando agli assessori la documentazione che ha portato alla rottura

La giunta ha deliberato che i Comuni sciolti per mafia, Misilmeri, Isola delle Femmine e Campobello di Mazara andranno al voto il 16 e 17 novembre. Per gli altri Comuni commissariati, quindi, si dovrebbe votare nella finestra primaverile. E subito arriva l'obiezione del Nuovo centrodestra: "Vista la tornata elettorale del 16 novembre perché non si vota ad Agrigento Marsala e altri Comuni commissariati?", chiede il coordinatore regionale Giuseppe Castiglione. E anche l'altro coordinatore regionale Ncd Francesco Cascio in una nota chiede "che si vada a votare non solo nei Comuni sciolti per mafia, ma in tutti gli Enti Locali che attualmente si trovano a vario titolo commissariati. Ciò consentirebbe di risparmiare tempo e risorse, perché al di là dei Comuni sciolti per fatti mafiosi, e dell’esigenza di ripristino della legalità, in linea generale, vi è anche la necessità di uscire da situazioni che in atto corrono sul binario di un regime anomalo, ovvero quello del commissariamento”.

Intanto è in corso la partita per la sostituzione della Sgarlata. Come anticipato ieri sera da Livesicilia, l'ipotesi in campo è quella di pescare nella stessa corrente, quella renziana, e nella stessa città di Siracusa. Ieri si parlava di un tecnico donna, oggi il Giornale di Sicilia mette in cima ai papabili Giovanni Giuca, ex sindaco di Rosolini. Ma i giochi non sarebbero fatti. Anche perché una parte della corrente renziana – che in queste ore appare tutt'altro che monolitica - non sarebbe così entusiasta della soluzione siracusana, e qualcuno suggerisce di prendere tempo. Una grana che si incrocia anche con la campagna elettorale per la ripetizione del voto in due comuni del Siracusano: la scelta di un assessore di quelle parti potrebbe influenzare l'esito della sfida.

Domani, poi, è previsto un vertice di maggioranza che si preannuncia molto interessante.Dopo le dichiarazioni di Fausto Raciti: "Il Pd toglie il sostegno a Crocetta e discuterà di questa decisione insieme agli alleati", ecco la convocazione "ufficiale". Alle 19,30 di domani, infatti, nella sede del Pd in via Bentivegna i segretari e i capigruppo dei partiti che sostengono il governo Crocetta si guarderanno negli occhi. Si è aperta, a tutti gli effetti, la crisi, che potrebbe avere anche un passaggio parlamentare.

Intanto, è in corso a Palazzo dei Normanni un'accesa conferenza dei capigruppo, utile a stilare anche il calendario dei lavori dell'Aula. Finora, trapela il possibile slittamento ad ottobre dell'attesa elezione del vicepresidente dell'Ars: si attenderà insomma che si completino le procedure di voto nelle sezioni del Siracusano, dove bisognerà ripetere la tornata, dopo la denuncia dell'ex deputato Gennuso
.

BOLOGNA, Comuni sciolti per mafia  a ISOLA DELLE FEMMINE   Si vota il 16 e 17 novembre, ISOLA DELLE FEMMINE SCIOLTO PER MAFIA, PORTOBELLO, RUBINO